NASA dichiara gennaio 2016 il più caldo mai registrato

nasa gennaio

Secondo i dati pubblicati dalla NASA il mese di gennaio 2016 è stato il mese più caldo che si ricordi e tale trend negativo sembra tristemente destinato a salire.
Il primo mese del 2016 è iniziato con una temperatura globale di 1,13 gradi Celsius al di sopra della media segnata dal 1951 al 1980, secondo il Goddard Institute della NASA per gli studi spaziali.
L’analisi condotta dalla NASA su tutte le temperature raccolte sulla superficie della Terra, ha trovato che la seguente è stata la più grande anomalia mensile per l’alta temperatura, contenuta nel database dell’ente che risale fino al 1880, superando un record raggiunto dal mese precedente.
Anche un’altra analisi separata, condotta dal Centro europeo per Medium-Range Weather Forecasting, ha riscontrato la stessa anomalia; anche per loro gennaio 2016 ha stabilito un nuovo record per la sua temperatura anomala, tuttavia la l’analisi del centro risale soltanto fino all’anno 1979. Troppo poco per segnare un record storico.
I calcoli del’Agenzia meteorologica giapponese hanno anch’essi rilevato che il mese appena trascorso è stato il gennaio più caldo mai registrato.
Il record mondiale – che dovrebbe preoccupare tutti, ponendoci domande sul continuo aumento delle temperature globali – è stato aggravato dal calore sprigionato alle latitudini polari dell’emisfero boreale: in particolare tra l’Alaska, il Canada settentrionale, la Groenlandia e la Siberia centro-settentrionale, dove le temperature erano almeno 4 gradi Celsius (circa 7 gradi Fahrenheit) sopra le medie stagionali, secondo la NASA.

Per la NASA caldo da record tra l’Asia e l’Africa nordoccidentale

Se nelle terre dell’estremo Nord gennaio ha toccato punte di caldo record, nei paesi tra l’Equatore ed i due tropici le temperature sono state molto più alte, in particolare nel sud-ovest asiatico, nell’area del Mar Caspio, nell’Europa occidentale, nella maggior parte dell’Africa occidentale,nel Sud America occidentale, in Indonesia e nel Pacifico. Proprio in quest’ultimo le alte temperature sono state causate dall’intensità crescente di El Niño.
Le regioni più fredde a gennaio, sempre relative all’alta media registrata, sono state la Scandinavia, la Russia centrale, la penisola della Kamchatka; stranamente la zona nordorientale dell’Africa, l’Antartide, e ovviamente l’Oceano Atlantico del Nord, sempre secondo i dati raccolti dalla NASA.
Gennaio 2016 continua una serie di 371 mesi consecutivi in cui il caldo è stato più alto rispetto alla medie; l’ultimo mese più freddo rispetto alla media è stato il mese di febbraio 1985, mentre l’ultimo gennaio più freddo registrato è stato quello del 1976, esattamente 40 anni fa.

Vota la news:
[Total: 1 Average: 5]

About the Author

Giuseppe Zito
Mi occupo di giornalismo informatico ormai da qualche anno, ho alle spalle esperienze con siti come www.zz7.it di cui sono stato il co-creatore, e www.controcopertina.it. Mi piace scrivere news di ogni genere, non disdegnando alcun argomento, mi esaltano maggiorimente i fatti di politica e società.

Be the first to comment on "NASA dichiara gennaio 2016 il più caldo mai registrato"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*