Leo Messi regala maglia al piccolo Murtaza Ahmadi, il bimbo afghano che ha commosso il mondo

leo messi

Sembra una favola quella che ha per protagonisti Leo Messi e un bambino afghano di 5 anni, il cui sogno è ripercorrere le gesta del campione del Barcellona.
Purtroppo in Afghanistan, dove vive Murtaza Ahmadi – questo il nome del bimbo – parlare di favola a lieto fine è per ora un’utopia, ma se non altro questa piccola vittima della barbarie umana ha avuto una parentesi di felicità grazie all’attenzione ricevuta dai social che hanno portato la sua storia alle orecchie di Leo Messi.

Murtaza Ahmadi era stato ripreso quasi per caso in un filmato mentre dava dei calci ad un pallone, in una delle zone rurali più povere e devastate del territorio afghano.
A colpire, di questo video che aveva fatto il giro del mondo, era il fatto che Murtaza indossasse una busta di plastica colorata con i colori sociali della nazionale argentina e il numero del suo idolo, Leo Messi.

Queste immagini hanno fatto il giro del mondo e il bambino è stato identificato da uno zio fuggito in Australia per scampare alla guerra.
Lo zio si è messo in contatto con il fratello, il padre del bambino, il quale intervistato ha raccontato di aver realizzato lui la maglia colorando una busta di plastica, poiché le ristrettezze economiche non gli consentivano di comprargliene una vera.

Questa storia ha fatto in breve in giro del mondo e non ha lasciato insensibile Leo Messi, il quale ha deciso di consegnare al piccolo un pacchetto contente le sue maglie autografate, una dell’Argentina e una del Barcellona, insieme ad un pallone, autografato anche esso. Murtaza Ahmadi da oggi potrà quindi giocare a calcio e sognare una vita migliore indossando quella maglietta dono del suo idolo e un pallone, simbolo di vita e di libertà.

Nella foto il piccolo bambino afghano esibisce con orgoglio la maglia dell’Argentina regalatagli dal suo idolo.

Vota la news:
[Total: 1 Average: 4]

Be the first to comment on "Leo Messi regala maglia al piccolo Murtaza Ahmadi, il bimbo afghano che ha commosso il mondo"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*