L’amore fra un’israeliana e un palestinese, il best-seller vietato nei licei

L'amore fra un'israeliana e un palestinese, il bestseller vietato nei licei.
Il ministero dell’Istruzione israeliano vieta «Borderlife» ma è boom di vendite GIL COHEN MAGEN/AFP/Getty Images)

L’amore ai tempi delle proibizioni.  Sentimenti e libri da escludere, questo il pericolo che corre in Israele. Dalia Fenig, la presidentessa facente funzione del segretariato pedagogico del ministero dell’Educazione di Tel Aviv, ha escluso l’utilizzo nelle classi di letteratura delle scuole superiori del romanzo “Borderlife” (Vita sul confine). E’ successo lo scorso dicembre durante la riunione del comitato scientifico scolastico. Si tratta del romanzo della scrittrice israeliana Dorit Rabinyan reo di raccontare la storia di una donna ebrea israeliana e un uomo palestinese che si innamorano a New York durante gli anni della Seconda Intifada. Il libro del 2014 ha vinto diversi premi sia all’estero che in Israele, per questo molti insegnanti delle superiori israeliani ne avevano chiesto l’inclusione nella lista delle letture consigliate. La scelta della commissione però ha provocato un acceso dibattito su come la società israeliana viva le differenze culturali. Questo è quello che accade in Israele, mentre nelle scuole italiane si discute di Gender, non molto lontano si condanna una relazione sentimentale fra due persone con “identità diverse”. La storia, in tutti i sensi, potrebbe creare un precedente da non autorizzare. Il ministro dell’istruzione, Naftali Bennett, leader della destra del partito della casa ebraica, ha rivelato di non esser stato coinvolto nella decisione ma di condividere totalmente la scelta.

Vota la news:
[Total: 1 Average: 5]

Be the first to comment on "L’amore fra un’israeliana e un palestinese, il best-seller vietato nei licei"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*