Il riposo pomeridiano può aumentare il rischio di sindrome metabolica

sindrome metabolica

I ricercatori hanno analizzato i risultati derivati dai 21 studi che hanno incluso un totale di oltre 307.000 persone. La ricerca ha dimostrato che coloro che hanno l’abitudine di fare un lungo riposo o si sentono troppo stanchi durante il giorno hanno un aumentato rischio di sindrome metabolica. La sindrome metabolica ha un vasto ventaglio di conseguenze danno per la nostra salute,  che nello specifico comprendono: pressione alta. colesterolo alto, accumulo di grasso intorno alla vita, alta pressione sanguigna e per finire glicemia alta, che può anche portare al diabete. Anche un riposo pomeridiano di 40 minuti è sufficiente a causare tutte queste condizioni che aumentano la probabilità di sviluppare malattie cardiache.

Lo studio ha invitato i partecipanti a rispondere a domande che riguardavano il manifestarsi della sonnolenza durante il giorno o se avevano l’abitudine a fare un riposo durante le ore diurne.
il risultato è che chi si sente stanco durante il giorno e riposa anche per un minuto in più oltre 40, aumenta il rischio di sindrome metabolica. Un totale di novanta minuti di riposo può anche aumentare il rischio di diabete di tipo 2 e altri disturbi metabolici fino al 50 per cento.
Il problema così come i suoi effetti sulla salute sono già in parte conosciuti, tanto che la National Sleep Foundation negli Stati Uniti consiglia sonnellini dai 20 ai 30 minuti per aumentare la vigilanza, da momento che circa un terzo degli adulti americani non riposa abbastanza.
Tuttavia, lo studio ha rilevato solo una associazione tra questi fattori, e non ha dimostrato che l’eccessiva sonnolenza e lunghi pisolini siano effettivamente la causa della sindrome metabolica o del diabete, maggiori studi incrociati andranno fatti per metterne meglio in evidenza i collegamenti.

I risultati della ricerca saranno presentati in occasione dell’American College of Cardiology (ACC), che si terrà a Chicago il 3 aprile.
Fare un sonnellino è un’abitudine ampiamente diffusa in tutto il mondo“, ha detto l’autore dello studio, Tomohide Yamada, diabetologo presso l’Università di Tokyo, in un comunicato stampa. “Così, chiarendo la relazione tra i pisolini e le malattie metaboliche si potrebbe offrire una nuova strategia di trattamento, in particolare sul fatto che la malattia metabolica è stato in costante aumento in tutto il mondo. Il sonno è una componente importante del nostro stile di vita sano, così come la dieta e l’esercizio fisico. Sonnellini brevi potrebbero avere un effetto benefico sulla nostra salute, ma noi non sappiamo ancora la forza di tale effetto o il meccanismo con cui funziona.

Vota la news:
[Total: 1 Average: 4]

About the Author

Antonino Maniscalco
Sono appassionato di cucina vegana, mi piace molto il cinema d'essai, ma guardo con curiosità anche alle nuove provenienti da Hollywood. Mi interesso ai fatti quotidiani, mi piace scrivere vicende che spaziano dalla cronaca nera alla rosa.