I migliori film tratti dai libri di Stephen King

By | 26 giugno 2015

Lista dei migliori film tratti dai libri di Stephen King: da It a Misery, qual è la trasposizione più riuscita dei romanzi del maestro del brivido?

Stephen King, oggi scrittore di culto e vera e propria icona horror degli ultimi 40 anni, ha prestato la sua vena creativa al grande schermo che l’ha utilizzata sfornando film dell’orrore divenuti pilastri della cinematografia di genere.

I romanzi di Stephen King (o di Richard Bachman, pseudonimo con il quale ha firmato i suoi primi racconti, incluso l’uomo in fuga)hanno come sfondo l’ambiente della piccola cittadina americana, con una piccola comunità fatta di sceriffi, giovani studenti, piccolo borghesi, nella quale l’orrore si insinua casualmente, andando a turbare una quotidianità schematica e retta da abitudini altrimenti inscalfibili.
Dal suo primo romanzo, Carrie, distribuito in Italia a metà degli anni 70 da Sonzogno, ad oggi, Stephen King ha regalato ai suoi fan tanti brividi e decine di storie coinvolgenti. Sceneggiatori, registi ed attori, sono stati altrettanto abili a trasporle in immagini? Al pubblico sovrano l’ardua sentenza.
stephen king

Carrie lo sguardo di satana

Primo libro di Stephen King e primo film tratto da un romanzo di Stephen King. Lo sfondo è quello della scuola nella piccola provincia americana, dove la timida ed schiva Carrie viene fatta oggetto di burle e cattiverie dai suoi compagni. Carrie ha però dei poteri nascosti – perfino a lei – che verranno fuori in un finale da brivido, sapientemente costruito dal regista Brian De Palma. Di questo film è stato fatto anche un remake in anni più recenti. Vogliamo sorvolare?

Cimitero vivente

Se mi chiedessero di suggerire un horror, degli anni 90, fatto bene, non avrei esitazione a consigliare cimitero vivente. La regista Mary Lambert – non certamente un’abituè del cinema horror, avendo collaborato prevalentemente alla realizzazione dei video di Madonna – si dimostra all’altezza di dirigere questo film dell’orrore sorretto da una trama (qui bisogna rendere grazie al maestro)perfetta e ricca di atmosfere. Stephen King ha apprezzato la trasposizione, al punto che ha accettato di recitare un cameo nel film (è il prete che dice la messa al funerale).

The Tommyknockers, le creature del buio

Stephen King si trovava nel suo periodo più buio, quello della tossicodipendenza, quando scrisse questo romanzo incentrato sugli alieni. John Power ne ha realizzato una miniserie di 180 minuti. La trama: una ragazza scopre una navicella spaziale abbandonata nella foresta. Chiunque si avvicina all’oggetto diviene ogni giorno più intelligente e forte, ma al tempo stesso violento e crudele. In breve, l’intera cittadina viene contaminata da questa forza aliena malevola. Tutti tranne un ragazzo con una placca d’acciaio in testa che sembra essere immune ai suoi effetti.

The Shining o Una splendida festa di morte

Stanley Kubrick ha realizzato uno dei più terrificanti capolavori del cinema horror basandosi sul terzo romanzo di Stephen King, Una splendida festa di morte.
Film e libro raccontano le disavventure della famiglia Torrance all’interno di un albergo maledetto che cela una storia terribile. In realtà, in questo caso, Stephen King non fu del tutto contentissimo del riadattamento fatto da Stanley Kubrick, ma anche il film pur differenziandosi dal romanzo per alcuni particolari, ha avuto un successo di pubblico strepitoso (è considerato il secondo film più spaventoso della storia dopo l’esorcista)

IT

Lo spaventoso pagliaccio It incarna i demoni e le paure recondite in ognuno di noi. Questo villain dall’aspetto indecifrabile assume le sembianze di Pennywise ma è in grado di trasformarsi in tutto ciò che più ci spaventa. La sua genesi – It proverrebbe da un meteorite caduto sulla terra milioni di anni fa – affonda radici nell’universo lovecraftiano degli antichi, entità senza tempo ne’ luogo venute dallo spazio che vivono nelle viscere della terra.
Anche It riposa nascosto nel sottosuolo, fra le fogne della città fittizia di Derry, dove ogni 30 anni si risveglia per portare terrore e morte nella popolazione, in particolare fra i bambini.
Il romanzo affronta i temi del ricordo, della memoria e del distacco fra l’età infantile e quella adulta. La trama è infatti articolata su due piani: in un prima parte i protagonisti – sette ragazzini che hanno fondato il club dei perdenti – si ritrovano costretti ad affrontare IT nell’età dell’innocenza. Il pagliaccio viene sconfitto dalle virtù dei membri del gruppo, che si ripromettono di riunirsi nel caso un giorno IT dovesse tornare.
Quando IT, 30 anni dopo, riappare a Derry, i protagonisti ora quarantenni hanno una vita propria e hanno lasciato – tutti ad eccezione di uno di loro – la cittadina natale. Ritrovarsi insieme dopo 30 anni, per sconfiggere il demone eterno, simboleggia il tentativo dell’uomo di annientare le paure dimenticate, ma mai davvero superate, nel doloroso passaggio che segna la maturità.

Il miglio verde

Stephen King abbandona il romanzo dell’orrore, quello classico almeno, per dedicarsi ad una storia pubblicata a puntate nel modello di Dickens. Il miglio verde, questo il titolo dell’opera, è ambientato nel braccio della morte di un carcere americano e ha per narratore uno dei secondini protagonista dei fatti.
La regia del film venne affidata a Frank Darabont, mentre per il ruolo di protagonista la scelta cadde su Tom Hanks.
King non fu mai veramente soddisfatto della sua opera, che fece e disfece più volte, ma il pubblico la apprezzò sia nella sua forma cartacea che in quella filmata.

Misery

Misery è un thriller pubblicato da Stephen King nel 1987. L’adattamento cinematografico rispecchia abbastanza fedelmente il romanzo e racconta di uno scrittore rimasto vittima di un incidente in mezzo alla neve.
Un’infermiera psicopatica lo salverà, ma quando scoprirà di aver portato in casa propria lo scrittore della sua eroina preferita, “Misery”, lo costringerà a scrivere per lei utilizzando il ricatto e la forza.

The Mist

La Nebbia è un racconto pubblicato da Stephen King nel 1976 e ripubblicato successivamente nella raccolta Scheletri. Narra la storia di un gruppo di persone bloccate all’interno di un supermercato da una strada nebbia soprannaturale che porta con se’ creature mostruose.

Vota la news:
[Total: 1 Average: 5]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *