Crolla in India un cavalcavia causando 21 morti e più di 70 feriti

By | 31 marzo 2016

Un lungo tratto di un cavalcavia, ancora in costruzione, è improvvisamente crollato durante mezzogiorno circa, a Kolkata, in India, lasciando almeno 21 morti e decine di altri feriti. Il danno arrecato dal crollo avrebbe potuto anche essere stato minimo, ma fatto è che il cavalcavia ha ceduto durante mezzogiorno circa, ora di punta nel traffico della città.
I pilastri del cavalcavia, progettato per smaltire il traffico attraverso il quartiere densamente affollato, sono improvvisamente ceduti, schiacciando sotto il peso di tonnellate di cemento e acciaio, le numerose auto che transitavano sotto di esso. Secondo alcune informazioni le sezioni cadute del cavalcavia raggiungono una lunghezza pari a 100 metri.
Mamata Banerjee, l’alto funzionario di stato del Bengala occidentale, ha detto che il costruttore privato, che si era aggiudicato l’appalto per la messa in opera della struttura, aveva già perso diverse scadenze per il completamento della costruzione.
cavalcavia kolkata
Il contratto per il cavalcavia è stato firmato nel 2007 e e doveva essere completato nell’arco di due anni, ma a distanza di quasi dieci anni l’infrastruttura era ancora lontana dalla sua inaugurazione. Banerjee ha accusato il precedente governo comunista nel Bengala Occidentale di non aver aderito ai regolamenti edilizi.
Abbiamo completato quasi il 70 per cento dei lavori di costruzione, senza alcun contrattempo“, ha detto K.P Rao, un alto funzionario della IVRCL Società di Infrastrutture, che stava costruendo il cavalcavia. “Dobbiamo entrare nei dettagli per scoprire se il crollo è dovuto a problemi tecnici e di qualità“.
india kolkata
Mentre un’inchiesta sembra essere già stata avviata per identificare i colpevoli del disastro, il governo indiano ha prontamente reagito alla tragedia mandando sul campo truppe dell’esercito e il personale del National Disaster Response Force. Le autorità sul capo hanno unito gli sforzi per estrarre le persone dei veicoli, che si trovavano sotto i massicci blocchi di cemento e i detriti metallici. Enormi gru e altre attrezzature di soccorso hanno raggiunto il sito e hanno iniziato a scavare tra le le macerie, portando alla luce auto schiacciate con i corpi delle vittime al loro interno. I soccorritori hanno messo all’opera anche i cani addestrati e telecamere speciali per trovare le persone intrappolate.
O.P. Singh, il capo della forza di risposta ai disastri, ha detto che l’operazione è stata un “compito molto, molto impegnativo.”
Secondo il bilancio attuale, oltre le 21 morti accertate sul luogo della tragedia, sono stati tratti in salvo più di 70 feriti, i quali sono stati portati via e ricoverati in due ospedali diversi di Calcutta, la capitale dello stato indiano.

Vota la news:
[Total: 2 Average: 4.5]
Category: News

About Giuseppe Zito

Mi occupo di giornalismo informatico ormai da qualche anno, ho alle spalle esperienze con siti come www.zz7.it di cui sono stato il co-creatore, e www.controcopertina.it. Mi piace scrivere news di ogni genere, non disdegnando alcun argomento, mi esaltano maggiorimente i fatti di politica e società.