Vignetta di Charlie Hebdo sul terremoto in Italia: è satira questa?

By | 2 settembre 2016

Ha destato scalpore l’ultima vignetta pubblicata dal magazine satirico Charlie Hebdo, che questa volta ha preso di mira le vittime del terremoto che ha colpito Amatrice e il Centro Italia.

Charlie Hebdo TerremotoNella vignetta, intitolata ‘Séisme à l’Italienne’ (‘Terremoto all’italiana’), sono raffigurate persone sanguinanti, tumefatte e sepolte da strati di macerie. In cima, campeggia l’intestazione ‘Penne al sugo di pomodoro, penne gratinate, lasagne’.

Decisamente numerose sono state le reazioni in rete e sui social, tra coloro che hanno criticato aspramente la decisione della rivista di pubblicare una simile vignetta di cattivo gusto, esprimendo altresì il proprio disappunto con lo slogan aggiornato da ‘Je Suis Charlie’ a ‘Non siamo più Charlie’), ed altri che invece hanno difeso il diritto ad esistere dello Black Humor, evidenziando come si tratti di un tipo di satira che esiste da sempre e che è parte integrante del DNA della rivista satirica francese.

Il sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi si è indignato nei confronti di una vignetta che prende in giro le vittime della tremenda catastrofe che ha colpito il nostro paese, sottolineando come si tratti di un tipo di satira sgradevole e imbarazzante e che sicuramente non incontra il vero sentimento dei francesi.

Indignazione anche da parte del mondo politico italiano, con critiche da parte del presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni (“Non fa ridere, non è sagace, non c’è neppure del “sarcasmo nero”. È solo brutta. Si vede che l’ha fatta un cretino. Mi spiace non siano riusciti più a trovare vignettisti capaci.”), nonché di esponenti del Pd, del Nuovo Centrodestra, della Lega.

Vota la news:
[Total: 3 Average: 3.7]