Usb thief, il malware che si attiva da una chiavetta usb

By | 4 aprile 2016

Un nuovo malware che infetta i nostri computer senza nemmeno rivelare la propria presenza: gli esperti informatici di ESET, per intenderci l’azienda che ha sviluppato l’antivirus NOD32, hanno diffuso la notizia dell’esistenza di usb thief.
Questo malware si inserisce nel nostro pc tramite chiavetta usb ma a differenza di tanti altri non viene segnalato e di fatto non provoca rallentamenti o danni.

“Chi se ne frega” allora dirà qualcuno.
E no, perché il brutto è che con il suo sporco lavoro nelle retrovie, usb thief raccoglie i dati presenti nel nostro pc e li mette a disposizione dei suoi creatori.

L’altra particolarità di usb thief è che può infettare anche i computer non connessi in rete: la strada d’accesso è sempre la chiavetta usb.
ESET ha illustrato sinteticamente il funzionamento del malware, che è una sorta di parassita delle chiavette. Si annida nelle applicazioni più comuni utilizzate dagli utenti della rete, come quella di firefox, che molti tengono nella chiavetta usb per averla sempre a portata di mano e non doverla reinstallare su ogni nuovo dispositivo.
Tuttavia, quando poi l’applicazione viene eseguita nel pc, anche il malware entra in azione e senza che l’utente se ne accorga inizia il suo lavoro di raccolta dati.
Win32/PSW.Stealer.NAI – il nome reale del trojan – una volta terminato il suo furto non lascia alcuna traccia nel pc: sostanzialmente siete stati derubati ma non lo saprete mai.
Proprio per via della sua natura discreta, gli esperti di ESET sono convinti che questo malware sia in circolazione già da molto tempo ma che solamente adesso sia stato scoperto. Alla luce di ciò, è immaginabile che nelle mira dei suoi creatori non vi siano i computer degli utenti comuni, ma quelli delle grandi industrie che per si ritengono al sicuro dalle minacce informatiche semplicemente perché fanno uso di computer non connessi ad internet.
Per difendersi da usb thief ESET raccomanda di fare molta cautela. Cercate di utilizzare le migliori chiavette usb, evitate di norma penne di cui ignorate la provenienza e soprattutto scaricate le applicazioni dalle fonti ufficiali o da siti autorevoli.

Vota la news:
[Total: 1 Average: 4]