Sherlock, l’app che ritrova la bicicletta rubata, è dotato di allarme e GPS

By | 30 gennaio 2016

Sherlock è l’app che vi aiuta a ritrovare la vostra bicicletta rubata: quando la bici è in movimento emana un allarme e indica la posizione su GPS

Il furto della bicicletta è sempre un grosso problema. Non tanto per il costo, poiché una bici la si compra davvero a prezzi stracciati al giorno d’oggi, ma tanto perché il dover ricomprarne ogni volta uno (col rischio che vi rubino anche quella) rappresenta ogni volta un vero grattacapo. Per sopperire a tale inconveniente adesso giunge in soccorso di tutti i ciclisti amanti dell’ambiente, Sherlock, un’app davvero interessante.
Sherlock è un dispositivo GPS che funziona come un vero e proprio antifurto, il quale, nascosto nel telaio della bicicletta, fa scattare un allarme ogni qual volta riveli un movimento indesiderato. Sherlock non si limita a tracciare i movimenti sospetti della bicicletta, ma può anche avvisare il proprietario tramite il suo smartphone. Il dispositivo è rimasto in cantiere per diversi mesi – già nel mese di novembre scorso se n’era data notizia – adesso però sembra sia pronto per fare il suo debutto sul mercato. Sherlock è già stato presentato infatti all’Innovate 2015 di Londra, una manifestazione sull’innovazione, dove ha convinto più di 3 mila partecipanti.

La società creatrice al momento non ha rilasciato alcun dettaglio o foto del dispositivo GPS, ma si dice che il dispositivo si piccolo, leggero e maneggevole, tanto da poter essere integrato nel telaio della bicicletta, oppure nel manubrio o addirittura nella sella ed è ovviamente invisibile dall’esterno. Anche se secondo alcune voci vi è ancora qualche dubbio sul sistema di montaggio: ovvero se sia possibile fare da sé o rivolgersi ad un tecnico specializzato che si occupi del problema al posto nostro. Il sistema di alimentazione si basa su una batteria che dura all’incirca 30 giorni, dopo di che andrà ricaricato.

Sherlock può anche mandare in automatico una segnalazione alla polizia dell’avvenuto furto della vostra bicicletta

Il dispositivo Sherlock si attiva una volta che si parcheggiata la bicicletta ed esso rileva qualsiasi tipo di movimento e manda un suono di un allarme, il quale si spera possa fungere da deterrente contro il sedicente ladro. . Sherlock fornisce anche le velocità metriche e si integra con un’altra funzione Strava, la quale fornisce una sorta di computer GPS sul vostro smartphone. Il dispositivo dotato di sistema GPS e GSM / GPRS offre una precisione di localizzazione con un margine di errore di circa 5 metri per aiutarvi a rintracciare la vostra bicicletta – il che può sembrare forse poco, ma nella caotiche giungle urbane spesso può essere una distanza quasi siderale. Ma per sopperire a ciò ecco che Sherlock vi aiuta ancora di più: l’applicazione è dotata anche di un’opzione che le permette di inoltrare la segnalazione del furto alla polizia locale, anche se ancora non è chiaro come la polizia si debba organizzare per ricevere tali avvisi.

Il capo esecutivo di Innovate UK, Ruth McKernan, ha commentato l’app a novembre dicendo: “Sherlock è un meritato vincitore e si unisce ad un prestigioso gruppo di 100 migliori innovatori che mostrano i loro prodotti a Innovate 2015. Con i partecipanti che vanno da investitori internazionali, buyer e imprenditori del governo e del mondo accademico, la vetrina è un grande piattaforma per le aziende vincenti“.

Vi diamo qui di seguito il link alla versione inglese del sito, per prenderne una prima visione, qualora foste interessati: http://www.sherlock.bike/.

Vota la news:
[Total: 1 Average: 5]
Category: News Scienza e Tecnologia

About Antonino Maniscalco

Sono appassionato di cucina vegana, mi piace molto il cinema d'essai, ma guardo con curiosità anche alle nuove provenienti da Hollywood. Mi interesso ai fatti quotidiani, mi piace scrivere vicende che spaziano dalla cronaca nera alla rosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *