Selfie dipendenti? I dentisti avvertono: rischiate di ammalarvi di dismorfismo dentale

selfie

Se siete amanti dei selfie e vi rendete conto di essere diventati dipendenti dall’autoscatto con smartphone o iphone, sappiate che rischiate di andare incontro a quello che i dentisti definiscono: dismorfismo dentale.

L’allarme è stato lanciato dalla clinica del sorriso di Londra, diretta dal dottor Tim Bradstock-Smith, che ha osservato un aumento del 30% delle richieste da parte dei pazienti proprio da quando è scoppiata la moda del selfie.
Ma in cosa consiste il dismorfismo dentale?

Si tratta di un disturbo psicologico più che odontoiatrico. I pazienti, spiega Bradstock Smith, richiedono l’intervento del dentista perché sono ossessionati dall’idea di avere una dentatura sporgente a cavallo. Pretendono pertanto che siano corretti i due incisivi. In realtà, quando il chirurgo esamina la condizione della mascella, quasi sempre non può che constatare uno stato della dentatura nella norma.
Ma allora perché questa fobia? E in che modo sarebbe essa connessa con i selfie?

Il dottore ha spiegato la sua versione dei fatti che, se non venisse dalla viva voce di un uomo di scienza, avrebbe dell’incredibile.

“Si ritiene da sempre che i due denti anteriori siano esteticamente più gradevoli quando dominano in lunghezza leggermente quelli successivi. Si viene a creare la cosiddetta curva sorriso che rende l’aspetto più naturale e giovanile.
Tuttavia, quando i selfie vengono scattati da una distanza eccessivamente ravvicinata, queste proporzioni risultano sballate e i denti anteriori risultano più lunghi di quanto non siano veramente.
Incredibilmente, i selfie hanno causato un aumento della domanda di riduzione dei denti anteriori. L’incremento di richieste di correzione è aumentato del 30% negli ultimi cinque anni. Le persone ci inviano sul nostro sito web le foto dei loro selfie preoccupandosi di una presunta deformità degli incisivi. Poi però quando si presentano in clinica ci accorgiamo che i loro denti non hanno nulla di sbagliato.
Ormai dissuadiamo ogni settimana 2 o 3 persone dall’effettuare un intervento chirurgico del quale non hanno bisogno. Soltanto in alcuni casi consigliamo un apparecchio correttivo per allineare al meglio i denti.
Il consiglio che diamo, per scongiurare il pericolo di dismorfismo dentale, è quello di scattare i vostri selfie con un bastone o di estendere bene il braccio per ottenere la distanza ottimale a non rendere la dentatura cavallina.”

Il dismorfismo dentale è stretto parente della dismorfofobia: una condizione psicologica che porta il paziente a divenire ossessionato da un proprio difetto fisico, inesistente o al massimo soltanto appena percettibile.
Anche i selfie, se fatti male e in continuazione, possono dunque incidere negativamente sulla nostra psiche.

Vota la news:
[Total: 1 Average: 2]

About the Author

Gioacchino Pellegrino
Appassionato di sport, economia e politica.

Be the first to comment on "Selfie dipendenti? I dentisti avvertono: rischiate di ammalarvi di dismorfismo dentale"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*