Poliglotta impara una lingua in tre mesi

32 anni e circa dieci lingue parlate fluentemente: i segreti di Berry Lewis per imparare una lingua in tre mesi

Si chiama Benny Lewis, ha 32 anni e la sua madre lingua è l’inglese. Tuttavia egli parla perfettamente anche tedesco, italiano, francese, spagnolo, esperanto e portoghese; conosce molto bene ed è in grado di affrontare una conversazione in mandarino cinese, olandese, irlandese e nella lingua dei segni americana.

Per la sua giovane età si tratta di un vero e proprio record, ma Benny Lewis ha dichiarato che chiunque può riuscire ad imparare un nuovo linguaggio, anche se come lui – incredibile a dirsi – difetta di memoria.

“Ci vogliono tre mesi per imparare una lingua. Le persone commettono un errore molto comune: fanno pratica sul campo solamente dopo aver appreso i primi rudimenti e studiato sui libri; nulla di più sbagliato, bisogna cominciare a comunicare partendo da 0, senza sapere nulla del nuovo idioma; bisogna però mettersi in gioco con faccia tosta.”

Chiaramente seguendo questo metodo didattico le brutte figure saranno all’ordine del giorno, ma Benny Lewis afferma che è indispensabile fare almeno 200 errori al giorno ed essere ripresi almeno una volta per ognuno di essi.

“Sono gli errori a consentirci di apprendere più in fretta. Io cerco di fare almeno 200 errori in un giorno. “
Forse è un po’ imbarazzante, del resto anche noi rimaniamo colpiti da un turista che ci domanda:“dove posso avere ristorante?”, ma in fondo ci suscita simpatia.

Benny spiega inoltre che si può iniziare a parlare la nuova lingua anche a casa propria, dialogando con i madre lingua che si conoscono nella vita di tutti i giorni.

“Molta gente afferma di non aver tempo per imparare una nuova lingua. Questo è falso, tutti abbiamo del tempo libero. Chiaramente se si vogliono ottenere dei risultati bisogna sacrificarsi, almeno per i primi tre mesi e al film in tv si dovrebbe anteporre una conversazione nell’idioma che vogliamo imparare. Può rivelarsi una pratica anche molto piacevole.”

Per il giovane trentaduenne, che ha già girato il mondo mettendo in pratica le sue teorie, la fase più difficile è quella della memorizzazione dei nuovi vocaboli.

“Io purtroppo ho una pessima memoria, ma cerco di aiutarmi associando i vocaboli nuovi a quelli che già conosco.”

Insomma, anche la scusa della memoria sembra non reggere più: imparare una lingua dipende solo e soltanto dalla nostra buona volontà.

Vota la news:
[Total: 3 Average: 4.3]

Be the first to comment on "Poliglotta impara una lingua in tre mesi"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*