Pesci rossi giganti, grandi quanto un pitbull, nell’Alberta sono un vero pericolo

pesci rossi giganti

I pesci rossi sono tra le specie acquatiche più comuni: ed è possibile trovarli nelle fontane e nei laghetti pubblici si possono anche acquistare ad un prezzo simbolico in un qualsiasi negozio di animali. Eppure nessuno pensa che i comuni e semplici pesci rossi possano costituire una minaccia seria per l’ambiente e raggiungere le dimensioni di un cane come un pittbull.
In realtà i pesci rossi sono una specie invasiva, in grado alterare gli equilibri dell’ambiente; quando la gente si stanca dei proprio acquari tende a fare la cosa più ovvia: liberali in natura.

Gli esperti di specie invasive acquatiche tendono a sconsigliare azioni del genere, perché i pesci rossi quando si trovano liberi nei corsi d’acqua o nei laghi, non hanno cominciano a mangiare in maniera vorace, per saziare il loro inesauribile appetito, e questo fa sì che crescano fino a raggiungere proporzioni titaniche.
Infatti adesso le autorità dello stato dell’Alberta, Canada, si trovano a dover affrontare la minaccia dei pesci rossi gigante, i quali per di più sono resistenti molto più resistenti degli altri pesci e possono anche vivere nelle acque fredde e in presenza di poco ossigeno.
pesci rossi
La cosa più assurda dei pesci rossi è che sono molto resistenti, ed è per questo che sono così popolari nel mondo acquario“, ha detto Kate Wilson, una specialista di specie invasive acquatiche presso l’Alberta Environment and Parks. “Queste specie possono realmente rappresentare un grande rischio per l’ambiente, perché sono così difficili da uccidere.”
I pesci rossi sono talmente resistenti da eliminare la concorrenza delle specie autoctone, saccheggiare le fonti di cibo locale, e di introducono parassiti pericolosi, persino i loro escrementi costituiscono una fonte di preoccupazione, poiché sovraccaricano l’acqua di sostanze nutritive e favoriscono la crescita di alghe tossiche.

Il governo del Canada è stato costretto a intervenire per fermare l’invasione dei pesci rossi

l problema è divenuto tale che il governo stesso del Canada ha dovuto diramare un annuncio pubblico, in cui informa i cittadini di non rilasciare i pesci rossi in libertà, perché anche se morti, i pesci rossi possono ancora essere portatori di batteri o parassiti, che potrebbero danneggiare gli altri animali. Il consiglio è quello di riportarli ai negozi di animali e mantenerli in cattività per il bene degli ecosistemi acquatici.

Vota la news:
[Total: 2 Average: 3]

About the Author

Antonino Maniscalco
Sono appassionato di cucina vegana, mi piace molto il cinema d'essai, ma guardo con curiosità anche alle nuove provenienti da Hollywood. Mi interesso ai fatti quotidiani, mi piace scrivere vicende che spaziano dalla cronaca nera alla rosa.