Pakistan, si fa esplodere a un posto di blocco

Pakistan, si fa esplodere a un posto di blocco
Tra gli 11 morti anche un giornalista e un bambino di 7 anni. I talebani hanno rivendicato l'attentato (Foto afp)

Si parla ancora di Pakistan. Un attentatore suicida si è fatto esplodere vicino a un checkpoint della polizia nel nord-ovest del Pakistan, a Peshawar.  L’attentatore suicida ha colpito in mezzo alla folla nei pressi del mercato di Karkhano dove stazionava una pattuglia della forza paramilitare della Khyber Khasadar Force. Stando a quanto hanno riferito i funzionari sono morte almeno 11 persone mentre i feriti sono più di 30, di cui sei gravi. L’attentatore si è schiantato con la sua moto contro un veicolo della polizia vicino al posto di controllo su una strada nella zona Jamrud. Tra i morti ci sono almeno cinque agenti di polizia, ma anche un bambino di sette anni e un giornalista locale. I talebani pakistani hanno rivendicato la responsabilità dell’attacco. Secondo le prime informazioni si tratta della vendetta per la morte di uomini talebani recentemente arrestati. L’attacco è avvenuto in una zona dove le forze di sicurezza hanno intensificato la loro lotta contro i talebani e altri gruppi militanti lungo il confine con l’Afghanistan, in seguito al massacro di più di 150 persone, soprattutto bambini, in una scuola militare-familiare di dicembre 2014. Gli attacchi erano diminuiti dopo le misure di messa in sicurezza. Il mese scorso, un attentatore suicida aveva attaccato un ufficio governativo nel nord-ovest del Pakistan, uccidendo almeno 23 persone.

Vota la news:
[Total: 1 Average: 5]

Be the first to comment on "Pakistan, si fa esplodere a un posto di blocco"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*