Microsoft, arrivano le cuffie intelligenti per non vedenti

cuffie intelligenti

La Microsoft in collaborazione con Guide Dogs ha aggiornato la sua tecnologia per creare una esperienza migliore per le persone con problemi alla visiva

In collaborazione con l’associazione di carità britannica, la Guide Dogs, la Microsoft ha migliorato la sua tecnologia di supporto, tramite lo sviluppo di nuove cuffie intelligenti associate ad un’app, con lo scopo di aiutare le persone con problemi alla vista a muoversi con più agio nell’ambiente circostante utilizzando i suoni.
Il primo prototipo della tecnologia è stato inaugurato lo scorso anno, l’apporto ai non vedenti era garantito tramite un sistema di suoni che li guidava nella direzione corretta. Secondo Microsoft, la fase due della tecnologia include una riprogettazione del tutto, che a detto di alcuni esperti è “descrittiva piuttosto che prescrittiva“.
cuffie intelligenti
Microsoft ha detto che la collaborazione con Guide Dogs permette di esplorare le potenzialità di una tecnologia che devono consentire alle persone non vedenti di diventare indipendente e sicure di sé.
Inizialmente la Microsoft è stata spinta nel settore grazie all’apporto di un suo dipendente, Amos Miller. Amos Miller è un non vedente, il quale con la nascita di sua figlia, voleva trovare un modo per poterle stare vicino anche in luoghi all’aperto senza dover provare ansia o paura per il suo disagio. Così spinta dalle esigente di uno dei suoi, l’azienda ha esplorato il campo, alla ricerca di uno strumento altamente tecnologico per rendere meno faticosa la vita a chi soffre di problemi alla vista.

Nella fase iniziale il dispositivo funzionava facendo rimbalzare le informazioni provenienti da sensori montati su qualsiasi elemento, come edifici o carrozze dei treni al un ricevitore di chi lo indossa.
Ora con l’aggiunta di due nuove caratteristiche l”Orientate’ e il ‘Look ahead’, i portatori possono immediatamente trovare ciò che sta loro intorno, così come ottenere più informazioni su ciò che sta arrivando e avvertirlo in ordine di distanza.

Due nuove caratteristiche, aggiunte al software, che permettono agli utenti di utilizzare sia la loro voce o un telecomando fisico per chiedere e sentire ulteriori informazioni su punti di riferimento intorno a loro. Ciò affianca la navigazione all’interno dell’applicazione che guida i portatori verso una destinazione con audio direzionale e richiami sonori per aiutare a costruire un’immagine mentale dell’ambiente che li circonda.
Inoltre, Microsoft ha sviluppato un’applicazione integrata, denominata “CityScribe”, che permette alle persone di contrassegnare gli ostacoli nella loro città, che la maggior parte dei servizi di mapping non raccolgono, tra cui le panchine, gli angoli bassi sporgenti, bidoni, o altri generi di arredo urbano.

Vota la news:
[Total: 1 Average: 5]

Be the first to comment on "Microsoft, arrivano le cuffie intelligenti per non vedenti"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*