Mattel presenta la prima stampante 3D per bambini e non solo

stampante 3D mattel

I tempi cambiano, cambiano anche i giocattoli dei piccoli ed il loro modo di giocare con essi. E ora la Mattel per segnare il passo col progresso ha deciso di realizzare la prima stampante 3D per ragazzi. La stampante 3D permetterà ai più giovani di creare piccoli insetti, mini-draghi, fiori e altri animali e oggetti di plastica versando il liquido su stampi speciali, che vengono prima riscaldati e poi raffreddati.

per realizzare il nuovo futuristico giocattolo la Mattel si è avvalsa della collaborazione di un’azienda dall’esperienza consolidata nel settore come la Autodesk. Insieme lavoreranno per fare debuttare la ThingMaker, la stampante 3D del 21° secolo, che sarà disponibile su Amazon al prezzo di 299,99 dollari. E pensare che nell’anno 1960, 66 anni fa, debuttava il primo Thigmaker della Mattel, una macchina per creare oggetti a stampo.
Ma la nuova Thingmaker non funzionerà con pattern fissi, sarà bensì personalizzabile e permetterà di progettare gli oggetti tramite un’applicazione, le parti che li compongono si possono assemblare insieme sullo schermo prima di avviare la stampa vera e propria.
Dan Pressman, direttore creativo di Autodesk, spiega che le varie parti possono essere stampate separatamente e controllate anche prima sullo schermo, in modo che si incastrino bene tra loro e funzionino nel modo desiderato; si può dare anche ad esse un colore preciso.

Le stampanti 3D difficilmente entrano nelle case come oggetti di uso domestico, in genere perché sono troppo costose, troppo lente e troppo complicate da utilizzare nel modo giusto. Adesso la Mattel invece potrebbe invertire la tendenza, introducendo nelle abitazioni un vero e proprio mini produttore di giocattoli, una sorta di concorrente della stessa casa produttrice di giocattoli. Ma la società sembra stia prendendo sempre più in considerazione la sua futura stampante 3D più come un prodotto di elettronica di consumo, che esclusivamente come un giocattolo per bambini. Lo si capisce bene guardando il target di età a cui è rivolta: la stampante 3D è infatti progettata per gli utenti dai 13 anni in su, dal momento che la parti più piccole da stampare sono classificate come oggetti pericolosi al di sotto dei 3 anni.

Vota la news:
[Total: 1 Average: 4]

About the Author

Antonino Maniscalco
Sono appassionato di cucina vegana, mi piace molto il cinema d'essai, ma guardo con curiosità anche alle nuove provenienti da Hollywood. Mi interesso ai fatti quotidiani, mi piace scrivere vicende che spaziano dalla cronaca nera alla rosa.

Be the first to comment on "Mattel presenta la prima stampante 3D per bambini e non solo"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*