Jules Bianchi non ce l’ha fatta: morto a 9 mesi dall’incidente

jules bianchi

Il pilota di Formula 1 Jules Bianchi è deceduto oggi all’ospedale di Nizza a seguito delle lesioni riportate lo scorso 5 ottobre nel GP del Giappone

Jules Bianchi, il pilota di formula 1 francese di origini milanesi, è deceduto all’ospedale di Nizza a distanza di 9 mesi dal tragico incidente che ha visto impattare la Marussia sulla quale correva contro una gru mobile ai bordi del circuito di Suzuka.

La gara, vinta poi da Lewis Hamilton, era stata contraddistinta dal terreno reso bagnato dalla pioggia e da una scarsa visibilità.
Per queste ragioni, la Sauber di Adrian Sutil era uscita fuori pista nel punto in cui, esattamente al giro successivo, avrebbe trovato la morte Jules Bianchi. L’autogru mobile era infatti intervenuta per rimuovere la vettura di Sutil.
L’intervento della Safety Car a seguito del primo fuoripista avrebbe potuto evitare l’impatto del francese e la sua morte, avvenuta oggi all’ospedale di Nizza dopo 9 mesi di coma indotto.
jules bianchi
La notizia della scomparsa di Bianchi è stata data dalla famiglia, sul canale Twitter del pilota. I genitori ringraziano amici e colleghi per essergli stati vicini in questi momenti così duri.
Jules Bianchi, al momento dell’incidente, aveva 25 anni.

Si tratta dell’unico incidente mortale avvenuto in un gran ufficiale premio di Formula 1 dal 1994, anno in cui nella gara di San Marino perse la vita Senna.

Vota la news:
[Total: 1 Average: 5]

Be the first to comment on "Jules Bianchi non ce l’ha fatta: morto a 9 mesi dall’incidente"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*