Isis, rivendicazione ufficiale degli attentati di Bruxelles

aeroporto zavantem

L’ISIS, attraverso l’agenzia di stampa Amaq, vicina allo stato islamico, rivendica la paternità degli attentati di Bruxelles in Belgio, all’aeroporto di Zaventem e alla stazione metropolitana di Maalbeek.

“I combattenti dello stato islamico hanno aperto il fuoco all’interno dell’aeroporto di Zaventem, prima che alcuni di loro hanno azionato le loro cinture esplosive. Un attentatore martire ha fatto esplodere la sua cintura nella stazione metropolitana di Maalbeek. A seguito di questi attacchi si contano più di 230 morti e feriti.”
Ha riferito un portavoce dell’agenzia di stampa Amaq.

Nella rivendicazione, si legge che il Belgio è stato preso di mira in quanto paese che ha aderito alla coalizione europea contro l’ISIS.

Gli attentati di Bruxelles, che seguono a ruota l’attentato in Turchia nella via dello shopping di Istanbul, mettono in allarme l’intera Europa.
Anche a Roma il livello di allerta è massimo, essendo l’Italia uno degli obiettivi dichiarati dallo stato islamico.

Quest’ultimo bagno di sangue conferma ancora una volta che le capitali rimangono pericolosamente vulnerabili, nonostante il tentativo da parte delle autorità di smantellare la rete jihadista di Molenbeek, culminata con l’arresto di Abdeslam Salah appena 48 ore prima dalle stragi.

La rivendicazione giunta dall’agenzia Amaq è fino ad ora l’unica comunicazione proveniente da un canale ufficiale vicino all’ISIS. Tuttavia le frasi inneggianti l’odio dei militanti dello stato islamico avevano già iniziato a circolare su Twitter a poche ore di distanza dalla prima esplosione avvenuta all’aeroporto di Zaventem.

Vota la news:
[Total: 1 Average: 4]