Hillary Clinton vince su Sanders al caucus dell’Iowa facendo la storia

hillary clinton

Hillary Clinton batte, di un soffio Sanders, ora è come la prima donna a vincere il Caucus dell’Iowa: così si apre la corsa alle presidenziali degli USA

Il Partito Democratico dell’Iowa ha dichiarato Hillary Clinton la vincitrice ufficiale del 2016 del Caucus dei Democratici, battendo un primato non indifferente: è la prima donna ad aver vinto il Caucus dell’Iowa nella storia. Hillary Clinton ha così sconfitto il suo rivale, il senatore del Vermont Bernie Sanders, anche con un margine davvero sottile. Il partito Democratico non procederà ad alcun nuovo conteggio dei voti e d’altra parte un portavoce della campagna elettorale di Sanders ha detto che li senatore non ha alcuna intenzione di contestare i risultati del Caucus.

Secondo i risultati definitivi annunciati dal Partito Democratico dell’Iowa, Hillary Clinton si è aggiudicata 700.59 equivalenti delegati statali – la terminologia utilizzata nello stato dell’Iowa per rappresentare la quota dei voti totali dei candidati al Caucus. Bernie Sanders, arrivato secondo ha ricevuto 696.82 delegati, mentre l’ex governatore Martin O’Malley ha ricevuto soltanto 7.61 delegati. Sulla base di questi risultati, la Clinton si è aggiudicata 23 delegati dello Iowa e Sanders 21 delegati. Ci sono 4.763 delegati alla Convention nazionale democratica, quindi saranno necessari 2.382 delegati per vincere la nomination.

Hillary Clinton, dopo aver ricevuto la notizia della storica vittoria ottenuta, ha voluto ringraziare tutti i suoi sostenitori dello stato dell’Iowa, dicendo che lei ha guardato avanti verso “un vero e proprio concorso di idee, a pensare davvero a quello che il Partito Democratico rappresenta. Io sono una progressista che ottiene le cose fatte”, ha aggiunto. L’ex segretario di Stato ha poi tentato di rubare la proposta dell’avversario Bernie Sanders. “So che siamo in grado di completare il lavoro di assistenza sanitaria universale“.
Sanders ha reso nota infatti il mese scorso una proposta di assistenza sanitaria universale, e ora nel suo discorso, tenutosi poco dopo quello della Clinton, ha ribadito che l’assistenza sanitaria è “un diritto, non un privilegio.” Il senatore del Vermont si è scagliato inoltre contro il sistema economico “truccato” e ha chiesto una “rivoluzione politica“. Hillary Clinton ha poi chiuso il suo discorso dicendo la sua amministrazione combatterebbe i cambiamenti climatici, il che sarebbe un vantaggio anche per l’economia. Ha detto anche che renderebbe il college alla portata di tutti e ridurrebbe il debito che grava al momento sugli studenti americani.

L’Iowa è già passato ora Hillary Clinton punta alle primarie del Mississippi

Ora la campagna elettorale di Hillary Clinton, inanellata la prima importante vittoria, è proiettata avanti verso le primarie nel Sud, dove gli elettori neri tradizionalmente svolgono un ruolo chiave, secondo quanto detto dalla stessa Clinton.
“Sta cercando di andare avanti a Sanders … intorno a queste questioni che coinvolgono la vita neri nei centri urbani, ” ha detto Hillary Clinton.
Il Mississippi terrà la sua primarie presidenziali democratiche l’8 marzo. Hillary Clinton guarda con molto interesse alle prossimi primarie e aveva già dichiarato qualche mese fa, che vedeva gli stati principali del sud come il suo firewall nel caso in cui Bernie Sanders avesse fatto bene e avesse anche vinto alcune tra le più importanti primarie nord-orientali, centro-occidentali e occidentali.

Il discorso di ringraziamento tenuto poco dopo lo spoglio elettorale da Hillary Clinton:

Vota la news:
[Total: 1 Average: 4]

About the Author

Giuseppe Zito
Mi occupo di giornalismo informatico ormai da qualche anno, ho alle spalle esperienze con siti come www.zz7.it di cui sono stato il co-creatore, e www.controcopertina.it. Mi piace scrivere news di ogni genere, non disdegnando alcun argomento, mi esaltano maggiorimente i fatti di politica e società.

Be the first to comment on "Hillary Clinton vince su Sanders al caucus dell’Iowa facendo la storia"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*