Firenze, delitto Ashley: confessa l’arrestato

Firenze, delitto Ashley: confessa l'arrestato
Secondo il suo racconto l’americana sarebbe caduta dalle scale accidentalmente.

Cheik Diaw ha confessato, è lui il responsabile della morte di Ashley Olsen. Il cittadino senegalese irregolare di 27 anni ha negato però lo strangolamento. Secondo il suo racconto l’americana sarebbe caduta dalle scale accidentalmente. La donna, che vive a Firenze da anni, però ha due fratture alla testa. L’uomo è accusato di omicidio aggravato dalla crudeltà. La procura esclude il gioco erotico e che i due si conoscessero. Stando alla ricostruzione dei fatti i due si sono incontrati in discoteca, probabilmente hanno bevuto insieme e sono stati visti lasciare insieme il locale fino ad entrare in casa della 35 enne statunitense. Diaw ha raccontato agli inquirenti di aver avuto un rapporto sessuale con Ashley seguito da una lite. Sempre secondo la sua testimonianza lui l’avrebbe spinta e lei avrebbe battuto la testa. Per quanto riguarda i segni di strangolamento per lui sarebbero una conseguenza del suo tentativo di rialzarla. Chi indaga esclude che si sia trattato di un gioco erotico come che i due si conoscessero. La donna è morta per “strangolamento, ma la morte sarebbe sopravvenuta anche per altre lesioni”, come quelle al cranio, ha detto il procuratore di Firenze Giuseppe Creazzo. Proseguono le indagini degli inquirenti che cercano un’arma contundente.

Vota la news:
[Total: 2 Average: 3.5]

Be the first to comment on "Firenze, delitto Ashley: confessa l’arrestato"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*