Busta arancione ci dirà quando andremo in pensione e con quanto

By | 26 aprile 2016

E’ finalmente arrivato il giorno: oggi 26 aprile 2016 è il momento in cui circa 150 mila italiani troveranno nella bucalettere la tanto fatidica busta arancione dell’INPS, che dirà quanti anni dovranno ancora lavorare prima di andare in pensione, e soprattutto a quanto ammonterà l’assegno mensile.

Queste lettere arancioni contengono la prima simulazione standard dell’assegno futuro e della data di uscita, ma l’invio sarà casuale e senza Comuni di pilota, in modo da garantire il più alto livello di capillarità, al fine di diffondere ampiamente le nuove norme, cui gli italiani dovranno abituarsi a partire da oggi.
Una cosa è sicura, al momento non sono previsti aumenti delle minime, ancora una volta il Governo Renzi dimostra di non voler aiutare che versa nelle condizioni economiche peggiori.

E’ stato Tito Boeri ad annunciare l’arrivo delle lettere arancioni tramite un tweet pubblicato qualche giorno fa. Queste al momento costituiscono solo una simulazione, indicando ai 15 mila italiani scelti in base all’età e alla professione, quali saranno le procedure future, che l’INPS applicherà per le pensioni.
La lettera di tre pagine contiene una proiezione standard della storia contributiva, associata alla previsione della data di uscita e all’importo dell’assegno, incluso il rapporto tra busta paga e l’assegno che invierà l’INPS, una volta che il lavoratore sarà andato in pensione.

Vota la news:
[Total: 2 Average: 4.5]
Category: News

About Elisa Martellini

Blogger per hobby, receptionist di professione, amo scrivere di cronaca, gossip, intrattenimento, cultura e cucina. Sono una lettrice compulsiva di romanzi thriller, gialli e horror. Sono anche madre di due bimbe che vanno ancora alle scuole elementari. Nel tempo libero...respiro.