76 anni con la sindrome di down: E’ guinnes dei primati per Kenny Cridge

sindrome di down

I 76 anni, fra i record di longevità, non sono nulla di così eclatante: ma quando si è affetti da sindrome di down come nel caso di Kenny Cridge, il settantaseiesimo compleanno diventa un traguardo importantissimo, al punto da meritarsi l’ingresso nel Guinnes dei primati; Kenny Cridge infatti è l’uomo vivente più vecchio al mondo con la sindrome di down. Per l’occasione, Kenny è stato immortalato con la torta del suo compleanno insieme ad amici e parenti.

Kenny è nato con la sindrome di down nel 1939, esattamente 76 anni fa nel Somerset, in un periodo nel quale l’aspettativa di vita per i soggetti affetti dalla malattia genetica non superava i 12 anni.
Anche la sua nascita è molto particolare: si è trattato infatti di un parto gemellare, ma mentre la sorella Dorothy sembrò subito in salute, i medici pensarono in un primo momento che Kenny fosse nato morto.
Il neonato invece si riprese, ma gli fu diagnosticata la sindrome di down.

Kenny Cridge paradossalmente è l’unico fra i suoi fratelli e sorelle ad essere ancora in vita. Fino agli anni 90 ha vissuto in casa con la madre, poi alla morte della donna si è trasferito in casa del nipote Kevin Griffiths che nutre un senso di profonda venerazione per lui, sentimento condiviso anche dall’altra nipote, Marie Shotton.
Da tre anni Kenny Cridge è assistito in una casa di cura, dove trascorre il suo tempo coltivando i suoi hobbies – egli infatti suona l’armonica – leggendo e conversando con medici, infermieri e altri pazienti.

Sebbene il suo linguaggio sia limitato dalla malattia, Kenny interagisce attivamente con gli altri e sorride sempre, come testimonia Ann Nicholson, manager della casa di cura dove si trova l’uomo e dove sta festeggiando il suo compleanno.
Oltre a suonare l’armonica Kenny Ridge ha un’altra passione: mangiare dolci, cosa che effettivamente per un uomo con la sindrome di down non è fra le più indicate, ma se questo vizietto l’ha aiutato ad essere mentalmente allegro e psicologicamente sereno, nonostante le difficoltà inevitabili che il suo disturbo comporta, allora che ben vengano dolciumi e caramelle.

Vota la news:
[Total: 2 Average: 5]

Be the first to comment on "76 anni con la sindrome di down: E’ guinnes dei primati per Kenny Cridge"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*