Monthly Archives: novembre 2015

Trafalgar Square, la fontana si tinge di rosso contro la violenza alle donne

Lo fontana simbolo di Trafalgar Square, la piazza centrale di Londra, è stata tinta di rosso, in ricordo del sangue versato da tutte le donne uccise dalla violenza domestica. L’evento ha avuto una forte risonanza a livello mondiale, mai ad alcuna iniziativa era stato concesso di tingere la fontana di Trafalgar Square. Ed ora il vedere l’acqua della storica fontana rosso sangue, ha destato molto scalpore nell’animo dei cittadini londinesi.
Il movimento Sister Uncut ha definito l’iniziativa dal forte impatto mediatico una “marcia funebre“, e ha confermato che più 500 donne si unite alla manifestazione indetta, per lamentare i tagli del governo contro il servizio di prevenzione e tutele, mossa che sostengono, causerà ancora più vittime.
trafalgar square
Le manifestanti indossavano tutte abiti neri e veli da lutto, portavano alti cartelli su cui era riportato il numero di centri anti-violenza che hanno chiuso dal 2010 – stimato in circa 30 – e hanno gridato slogan tra cui “hanno tagliato, noi sanguiniamo”.
La protesta è venuto dopo la dichiarazione di George Osborne, che ha coinciso con la Giornata internazionale delle Nazioni Unite per terminare la violenza contro le donne.
Il gruppo sostiene che i continui tagli ai bilanci comunali comporteranno la chiusura di altri servizi di supporto ai casi di violenza domestica. Più di 30 centri sono stati costretti a chiudere da quando le politiche di austerità del governo hanno avuto inizio, circa 5 anni fa.
Ama Roberts, di Sisters Uncut, ha rilasciato una dichiarazione alla stampa in cui ha detto: “Molte persone non si rendono conto che i tagli ai consigli locali equivalgono a tagli ai servizi di supporto di violenza domestica, che sono un’ancora di salvezza.”

Microsoft, arrivano le cuffie intelligenti per non vedenti

La Microsoft in collaborazione con Guide Dogs ha aggiornato la sua tecnologia per creare una esperienza migliore per le persone con problemi alla visiva

In collaborazione con l’associazione di carità britannica, la Guide Dogs, la Microsoft ha migliorato la sua tecnologia di supporto, tramite lo sviluppo di nuove cuffie intelligenti associate ad un’app, con lo scopo di aiutare le persone con problemi alla vista a muoversi con più agio nell’ambiente circostante utilizzando i suoni.
Il primo prototipo della tecnologia è stato inaugurato lo scorso anno, l’apporto ai non vedenti era garantito tramite un sistema di suoni che li guidava nella direzione corretta. Secondo Microsoft, la fase due della tecnologia include una riprogettazione del tutto, che a detto di alcuni esperti è “descrittiva piuttosto che prescrittiva“.
cuffie intelligenti
Microsoft ha detto che la collaborazione con Guide Dogs permette di esplorare le potenzialità di una tecnologia che devono consentire alle persone non vedenti di diventare indipendente e sicure di sé.
Inizialmente la Microsoft è stata spinta nel settore grazie all’apporto di un suo dipendente, Amos Miller. Amos Miller è un non vedente, il quale con la nascita di sua figlia, voleva trovare un modo per poterle stare vicino anche in luoghi all’aperto senza dover provare ansia o paura per il suo disagio. Così spinta dalle esigente di uno dei suoi, l’azienda ha esplorato il campo, alla ricerca di uno strumento altamente tecnologico per rendere meno faticosa la vita a chi soffre di problemi alla vista.

Nella fase iniziale il dispositivo funzionava facendo rimbalzare le informazioni provenienti da sensori montati su qualsiasi elemento, come edifici o carrozze dei treni al un ricevitore di chi lo indossa.
Ora con l’aggiunta di due nuove caratteristiche l”Orientate’ e il ‘Look ahead’, i portatori possono immediatamente trovare ciò che sta loro intorno, così come ottenere più informazioni su ciò che sta arrivando e avvertirlo in ordine di distanza.

Due nuove caratteristiche, aggiunte al software, che permettono agli utenti di utilizzare sia la loro voce o un telecomando fisico per chiedere e sentire ulteriori informazioni su punti di riferimento intorno a loro. Ciò affianca la navigazione all’interno dell’applicazione che guida i portatori verso una destinazione con audio direzionale e richiami sonori per aiutare a costruire un’immagine mentale dell’ambiente che li circonda.
Inoltre, Microsoft ha sviluppato un’applicazione integrata, denominata “CityScribe”, che permette alle persone di contrassegnare gli ostacoli nella loro città, che la maggior parte dei servizi di mapping non raccolgono, tra cui le panchine, gli angoli bassi sporgenti, bidoni, o altri generi di arredo urbano.

Principe Harry fonda in Africa il primo centro per bambini con HIV/AIDS

Il principe Harry è tornato in Africa per conto di sua nonna, la regina Elisabetta II, e in nome della carità per i bambini sfortunati africani.
IL principe Harry ha iniziato un tour della durata di una settimana nel Lesotho e nel Sud Africa, con l’obiettivo promuovere Sentebale, l’associazione di carità che ha fondato 10 anni fa con il suo amico, il principe Seeiso del Lesotho, in ricordo delle loro madri: la regina Mamohato e la principessa Diana.

Il tour è iniziato Giovedi con un incontro con il re del Lesotho Letsie III, e con i vari funzionari governativi del Lesotho, e l’Alto Commissario britannico di questo piccolo regno di montagna, circondato in tutto il suo confine dal Sud Africa. E subito dopo l’incontro via i vestiti ufficiali, su jeans e polo, per giovare con i bambini, nella luce del sole africano per celebrare l’apertura ufficiale del Centro di Sentebale Mamohato Children, la prima struttura per bambini orfani del Lesotho affetti dal virus dell’HIV/AIDS. Il principe Harry poi si recherà a Joannesburg per incontrare l’ex moglie di Nelson Mandela e parteciperà ad un partita di polo al Royal Salute Polo Cup di Città del Capo, per raccogliere fondi per la sua associazione.

Mandzukic: gol e tanta paura per l’infortunio. Ma si tratta solo di una botta.

Solo tanta paura ma niente di grave per Mario Mandzukic, uscito anzitempo nel secondo tempo Juventus Manchester City.
Il croato – che ha segnato il gol decisivo dell’incontro terminato con il punteggio di 1-0 – aveva accusato un dolore muscolare: le prime immagini lo mostravano intento a toccarsi il retto femorale, nel punto dove aveva patito il suo ultimo infortunio proprio con la maglia bianconera.

In realtà, già dopo qualche ora, è arrivata la pronta smentita da parte dello staff medico juventino: solo una forte contusione.

Dunque nessuno stiramento o ricaduta per Mario Mandzukic che già oggi, 26 novembre, è rientrato in gruppo ad allenarsi regolarmente con i compagni.

Il match winner della sfida di champion’s league, che ha dato alla Juventus il matematico passaggio del turno agli ottavi, sarà dunque arruolabile per la trasferta di Palermo di domenica sera. Ma oltre al croato, Massimiliano Allegri avrà a disposizione anche Morata, partito dalla panchina nelle due ultime partite giocate dalla Juventus.
Anche Dybala potrebbe candidarsi per un po’ di turn over, l’argentino infatti ha accumulato parecchi minuti sulle gambe.

In dubbio è invece la presenza di Khedira: il tedesco non sembra essersi ristabilito al meglio dal suo infortunio e un suo possibile impiego sarà valutato nel corso della settimana.

Capitan America, arriva il trailer di Civil War

Arriva il trailer di ‘Civil War’, prossimo capitolo della saga Marvel che porta alla spaccatura definitiva tra tra Iron Man e Capitan America, che in sostanza rimane il protagonista del film.
Il nuovo trailer di Captain America: Civil War, pubblicato oggi, mostra Steve Rodgers/ Capitan America in aperta lotta contro le forze governative, e contro il collega (quasi amico) Tony Stark/Iron Man, mentre combatte per proteggere il suo amico da tempo perduto Bucky, il Winter Soldier con cui si era scontrato nel precedente capitolo di Capitan America.

Il film uscirà ufficialmente nelle sale cinematografiche non prima di maggio 2016, ma la Marvel non intende affatto lasciare che passi così tanto tempo senza che si parli dei suoi supereroi. E così ha deciso di dare al suo pubblico un assaggio sulle anticipazioni del prossimo capitalo, nel trailer sono presenti anche Black Widow War Machine di e Black Panther. Chissà dalla da quale parte decideranno di schierarsi gli altri eroi.
Il trailer si chiude con un scontro molto cruento che riassume nella sintesi il titolo dello stesso capitolo: da una parte Capitan America e il suo amico Winter Soldier fare a pezzi Iron Man, ma chissà chi tra i due schieramenti riuscirà a prevalere. Gli Avengers sembra che non esitano più, da questo momento in poi nessun nuovo cattivo a minacciare il pianeta, ma solo una guerra tra eroi all’ultimo sangue.

Sony con la PS4 ha superato i 32 milioni di vendite

La Sony ha dichiarato di aver venduto più di 30,2 milioni di console PlayStation 4, un record senza precedenti nel settore dei videogames.
Le vendite in tutto il mondo dimostrano che la Sony sta definitivamente portando la propria console in questa generazione. Microsoft e Nintendo non hanno annunciato i propri dati comparativi, ma la Xbox One ha venduto appena la metà, circa 15,6 milioni di unità, mentre la Wii U, presente sul mercato anno in più rispetto alle rivali, ha raggiunto i 10,9 milioni di console vendute, secondo VGChartz, sito che mantiene un conteggio di massima delle vendite delle console.
Sony ha detto che la PS4 continua a mostrare la crescita più rapida e più forte nella storia dell’hardware PlayStation.
ps4
Siamo sinceramente grati che i giocatori di tutto il mondo hanno continuato a scegliere PS4 come la console migliore per giocare fin dal lancio, due anni fa,” ha dichiarato Andrew House, presidente e amministratore delegato della Sony Computer Entertainment in un comunicato. “Siamo impegnati a portare i giochi coinvolgenti e servizi di intrattenimento per gli utenti di tutto il mondo. Grazie al supporto dei nostri partner, la PS4 continua ad essere la principale piattaforma per il gioco e l’innovazione per intrattenimento interattivo. ”
Nuovi titoli in arrivo includono ‘Dragon Quest Constructor’, ‘Ryu Ga Gotoku Kiwami‘, ‘Bloodborne The Old Hunters Edition‘ e ‘Gravity Rush‘ Remastered. Mentre nel 2016 la Sony lancerà il suo gioco di punta: ‘Uncharted 4: The end of a thief‘, il gioco forse più atteso della nuova generazione di console, con il quale tutto il comparto si aspetta di raggiungere un altro record nel settore vendite

Inventarsi un lavoro online durante la crisi

Il problema della crisi affligge – direttamente o indirettamente – buona parte dell’Italia. Chi ha perso il lavoro o chi percepisce la sua posizione attuale come precaria, avverte sulla sua pelle le difficoltà attuali, ma anche chi pur non avendo problemi economici ha un parente(un figlio, un fratello, il partner)alle prese con l’assenza di lavoro, sicuramente è coinvolto in questo marasma odierno.

Per questo motivo, una possibile soluzione è quella di smetterla di affidarsi agli altri, continuando a sperare di ricevere lavoro da chi per cause di forza maggiore non può più investire e decide di intraprendere la vie dello sfruttamento, diventando artefici del nostro destino inventandosi un lavoro grazie ai potente mezzi che offre la rete.

Fra questi mestieri che internet ha sdoganato vi è certamente quello del trader:
il mondo degli investimenti però non è un gioco e prima di addentrarvici bisogna conoscerlo bene. Fortunatamente è stato pubblicato tantissime materiale da cui attingere, come questa guida sul trading perfetta per i neofiti nella quale viene spiegato come, passo passo, il mestiere del broker, partendo dalle demo: particolari metodi di investire con soldi finti, allo scopo di farsi le ossa.

Ma per chi desidera cimentarsi in qualcosa di più sicuro, c’è la possibilità di sfruttare il proprio talento di copywriter, realizzando un blog o collaborando con qualche portale già esistente come Blastingnews, sempre a caccia di nuovi “blaster”.

Tutto ciò che serve, in questo caso, è la conoscenza specifica di un argomento: internet infatti è un enorme calderone dove tutto è stato più o meno trattato e l’unica speranza di riuscire ad emergere è conoscere la propria materia – e saperne parlare – meglio degli altri.

Concludiamo questa breve analisi delle possibilità lavorative offerte dall’online con un mestiere particolarmente richiesto: lo sviluppatore di app.
Anche per diventare sviluppatori di app sono necessarie competenze molto specifiche, potete seguire un corso online o iscrivervi ad uno dal vivo e poi esercitarvi con il programma – purtroppo ancora “buggosissimo” – di android studio, fucina di app molto interessanti.
Oltre ad android studio abbiamo Eclipse e per i neofiti App Inventor, abbastanza semplice ma meno completo degli altri due.

The Cure in concerto in Italia: dal 24 novembre parte la caccia al biglietto

Il tour dei The cure toccherà anche l’Italia, con tre date che i fan della band non si perderanno di certo:
29 ottobre Bologna (Unipol Arena Casalecchio di Reno)
30 ottobre Roma (Palalottomatica)
1 novembre Milano (Forum di Assago)

L’annuncio del nuovo tour è comparso proprio oggi sul sito dei The Cure, insieme alle date di vendite e prevendite: le prevendite per tutti e tre i concerti saranno giorno 24 novembre a partire dalle 10 del mattino sul sito di TicketOne.
Qualcuno ha storto un po’ il naso per il costo delle prevendite. I prezzi di biglietto e prevendite sono questi:
Posto in piedi non numerato: 65 euro + 9,75 di prevendita.
Primo anello numerato: 75 euro + 11,25 di prevendita.
Secondo anello numerato: 65 euro + 9,75 di prevendita.
Terzo anello numerato: 55 euro + 8,25 di prevendita.
Primo, secondo e terzo anello laterali numerati: 45 euro + 6,75 di prevendita.
the cure
Si tratta di un evento di enorme portata nel panorama del rock, in quanto i The Cure non portavano la loro musica in Europa dal 2012.
Il tour è uno dei maggiori del 2016, e toccherà 17 paesi europei per un totale di 30 concerti: in un periodo come questo in cui gli eventi musicali vengono annullati per il clima di terrore che sta travolgendo l’Europa, il ritorno nel vecchio continente di una band mito come i The Cure è sicuramente una buona notizia.
La band, insieme al frontman Robert Smith, è composta dal basso di Simon Gallup, dalla batteria di Jason Cooper, la tastiera di Roger O’Donnel, e le chitarre di Reeves Gabrels.

Le altre città europee dove i The Cure si esibiranno sono:
Helsinki, Stoccolma, Oslo, Goteborg, Copenaghe, Amburgo, Berlino, Lodz, Praga, Monaco, Vienna, Budapest, Basilea, Stoccarda, Lipsia, Colonia, Antwerp, Amsterdam, Parigi, Lione, Montpellier, Madrid, Lisbona, Bilbao, Barcellona, Manchester, Londra.

I The Cure sono nati nel 1976 e hanno goduto di grande fama negli anni 80, grazie a singoli di grande successo come Lullaby. I membri del gruppo dalla fondazione ad oggi sono andati e tornati, ad eccezione della voce Robert Smith.
I Cure sono famosi anche per i loro concerti particolarmente lunghi, dove la band riesce a dare il meglio di se al proprio pubblico:
il record è di 4 ore e un quarto di concerto, con circa 50 pezzi suonati, a Città del Messico nel 2013.

Lo stile musicale dei The Cure viene quasi sempre avvicinato a quello della Darkwave e del Gothik Rock, ma è proprio il cantante Robert Smith a smentire questi accostamenti, rifiutandosi di veder appiccicato al nome Cure il termine goth. Secondo Smith lo stile dei Cure non è assimilabile a nessun genere, e i Cure suonano soltanto la musica che fanno i Cure.

Jonah Lomu: la Nuova Zelanda pensa al funerale di stato

La Nuova Zelanda sta considerando il funerale di stato per Jonah Lomu, dopo la massiccia dimostrazione di sostegno, amore e dolore per la superstar del rugby.
John Key, il primo ministro, ha detto che una funzione pubblica era un’opzione, e addirittura i funerali di stato sono ipotizzabili, anche se sono disponibili altre opzioni a seconda dei desideri della famiglia Lomu.
Lomu, che è esploso sulla scena internazionale alla Coppa del Mondo del 1995, è morto improvvisamente Mercoledì a causa di un attacco di cuore che si ritiene collegato a una malattia renale contro la quale ha lottato per gran parte della sua vita.

“Ci sono dimostrazioni massicce di amore e supporto per la famiglia di Jonah Lomu”, ha dichiarato Key. “Questo è da aspettarselo dato l’uomo che era. Credo che sarebbe un desiderio della gente dimostrarglielo in modo formale. I funerali di stato servono a questo, ma in realtà questa scelta spetta alla famiglia.”

Il consiglio di Auckland Consiglio ha proposto alla famiglia Lomu una forma di funzione pubblica, ma i dettagli non sono noti.
“Era un’icona per i neozelandesi di ogni settore, rispettato per la sua abilità sul campo di rugby e per il modo in cui ha affrontato i suoi problemi di salute.” ha detto il sindaco Len Brown.
Se lui ottenesse i funerali di Stato, sarebbe il primo dal 2008, da quando Sir Edmund Hillary, il primo uomo a scalare l’Everest, è morto. Tradizionalmente il servizio è riservato agli uomini politici o ai primi ministri che sono morti in ufficio.

La notizia è arrivata in una pagina di raccolta fondi istituita dalla moglie di Jonah Lomu per onorare la sua memoria.
La donna ha pubblicato un link alla pagina di raccolta fondi sulla pagina Facebook ufficiale di Jonah Lomu Facebook, allo scopo di portare avanti i suoi ideali di vita.
“Jonah e io avevamo grandi progetti per cambiare il mondo, con tutto ciò che lui ha imparato … come una squadra, insieme, stavamo cercando di costruire un lascito duraturo.” Si legge nella pagina di raccolta fondi si legge.
“Jonah ha lasciato questa terra troppo presto, lasciando in noi tutti un vuoto nel cuore. In questa tristezza, con il dolore nel cuore, condivido con tutti voi un progetto che io e Jonah volevamo realizzare…attraverso il vostro sostegno, possiamo aiutare i sogni di papà Jonah Lomu a prendere vita. Ti prometto, mio caro marito, che tutto quello che stavamo facendo insieme verrà realizzato. Tu hai benedetto il mondo con la tua presenza e ora il mondo celebrerà il grande uomo che eri e sarai sampre. Tutto il mio amore esplode in cielo e vai diritto a te Jonah.”
Ha scritto su Facebook Nadene.

Più di 30.000 persone hanno commentato il post di Facebook porgendo le condoglianze alla famiglia Lomu.
Jonah Lomu è morto improvvisamente Mercoledì per un attacco di cuore connesso alla malattia renale che l’ha afflitto per tutta la vita.
Lascia la moglie Nadene, ei loro due figli Brayley, 6 anni e Dhyrelle, 5.

Jonah Lomu aveva detto al DailyMail che sognava di vivere fino a quando i suoi figli non avrebbero compiuto 21 anni:“Non ci sono garanzie che accadrà, ma è il mio desiderio. Mio padre è morto giovane e questo ti fa pensare.”

Raid della polizia a Saint-Denis, 2 morti e 7 arresti

Attacchi terroristici a Parigi: la polizia francese arresta 7 uomini in un raid condotto condotto nel cuore di Saint-Denis

ST.-DENIS, Francia – La polizia francese han fatto irruzione in un appartamento nel cuore della periferia nord di Parigi a St.-Denis qualche ora prima dell’alba, nel tentativo di trovare l’uomo belga sospettato di aver orchestrato gli attacchi terroristici di Parigi.
Due persone sono morte nel raid, tra cui una giovane donna che si è fatta esplodere, mentre sette persone sono state arrestate dalla polizia. Non è a ancora chiaro però se il sospetto si trovasse o meno all’interno dell’appartamento.
“E ‘attualmente impossibile darvi l’identità delle persone che sono stati arrestati, che vengono verificate”, il procuratore di Parigi, François Molins, ha detto ai giornalisti dopo il raid. “Tutto sarà fatto per determinare chi è chi.” Attualmente non ci sono notizie del fuggitivo.

Il raid è iniziato intorno 04:15, quando le forze speciali di polizia, sostenute da reparti specialisti dell’esercito francese, hanno transennato un’area vicino a Place Jean Jaurès, una piazza principale di San-Denis, non lontano dallo Stade de France, dove tre uomini si sono fatti esplodere venerdì scorso. All’interno dell’appartamento, al terzo piano di un palazzo in Rue du Corbillon, si erano rintanati almeno cinque sospetti. Uno di loro, la donna, ha aperto il fuoco e poi si è tolta lla vita, nel tentativo di uccidere gli agenti delle forze dell’ordine; un uomo – “un altro terrorista”, ha detto Molins – è morto a causa delle ferite di arma da fuoco e per l’esplosione di una granata”.