Monthly Archives: ottobre 2015

Car2Cash rivoluziona il settore della vendita di auto usate

Car2Cash è la startup tutta italiana che è stata presentata a Milano in concomitanza con l’Expo Milano 2015. E come tutte le innovazioni, può avere l’effetto di stravolgere il mercato esistente.

Di cosa si tratta? Con un semplice click sul sito www.car2cash.it, si può trasformare immediatamente qualsiasi auto usata in contanti, ovvero venderla ed ottenere il pagamento corrispondente in denaro liquido.

Lo stesso impatto che Uber ha portato al settore dei trasporti urbani potrà ora interessare anche il settore della compravendita di auto usate grazie all’avvento di Car2Cash.

Questo servizio innovativo elimina infatti tutti i problemi inerenti alla vendita di auto usate tra privati, a cominciare dai tempi lunghi prima di trovare qualcuno disposto a comprare l’auto, per passare poi alla scomodità di dover scrivere e pubblicare annunci, scattare e caricare online le foto dell’auto, ricevere e gestire email, telefonate, appuntamenti, e prove su strada con sconosciuti di cui non sempre c’è da fidarsi. Sono frequenti infatti le notizie di truffe in cui è caduto vittima chi pensava di aver venduto regolarmente la propria auto per poi scoprire invece di avere in mano un pagamento fasullo (o una promessa in tal senso mai mantenuta).

Car2Cash parte da Milano ma estende i suoi servizi in tutta Italia e rappresenta un’alternativa conveniente anche rispetto al classico autosalone o concessionario locale. Questi infatti non sono disposti a ritirare un’auto usata se non contestualmente alla vendita di un loro veicolo. Non è una soluzione percorribile per chi vuole semplicemente vendere la propria auto usata monetizzando l’intero valore in denaro, magari perchè ha scelto di disfarsi di un’auto non più utilizzata, oppure perchè ha bisogno di contanti, oppure infine perchè semplicemente vuole essere libero di scegliersi la prossima auto selezionando l’offerta sul mercato al miglior prezzo.

E se qualcuno si è imbattuto in passato nel fantomatico bigliettino con lo slogan “compro auto usate in contanti” lasciato sul parabrezza delle macchine parcheggiate chiedendosi se fossero affidabili, la risposta suggerita dalle notizie di cronaca recenti sembrerebbero essere decisamente negativa, visto il fermo avvenuto solo qualche giorno fa di un gruppo di stranieri che disseminavano migliaia di questi bigliettini di compro auto per poi pagare in contanti fino alla soglia legale dei 1000 euro con l’accordo di versare il rimanente tramite bonifico bancario, che però non veniva mai effettuato oppure veniva revocato.

Car2Cash si distingue totalmente da questo tipo di attività rudimentale e per nulla affidabile, e quando compra un’auto usata offre la certezza assoluta del pagamento con liquidazione dell’intero valore dell’auto all’atto di vendita con assegno circolare garantito e validato dalla banca stessa in presenza del cliente.

Introducendo la comodità di vendere l’auto con un semplice click (è sufficiente infatti compilare un form online per ricevere la valutazione gratuita e fissare subito un appuntamento per il ritiro dell’auto usata), l’eliminazione di qualsiasi rischio associato con la vendita tra privati o con i bigliettini del compro auto in contanti lasciati sul parabrezza, e l’immediatezza della vendita (anche il giorno stesso ed in meno di un’ora, promette l’AD della compagnia), Car2Cash è destinata a trasformare il settore della compravendita delle auto usate.

Assad:”sono pronto a farmi da parte”

Il presidente siriano Assad dichiara di essere pronto a lasciare il proprio posto, se questa è la soluzione

Intervistato dalla televisione iraniana Khabar TV, Bashar Assad, presidente della Siria, parla della difficile situazione in cui versa il suo paese.
“Se Russia, Siria, Iran e Iraq non vinceranno la loro lotta al terrorismo, la regione verrà distrutta.”

Ha dichiarato Assad nel corso della sua lunga intervista, spiegando che in questa tragedia epocale che sta attanagliando il paese l’Occidente sta supportando il terrorismo al fine di ottenere il controllo sulla regione.
“Da quando è intervenuto l’occidente, l’IS si ha espanso i suoi possedimenti. Inoltre gli USA con una mano attaccano i rifugiati siriani e con l’altra danno loro da mangiare.”

Assad ha affermato che l’esigenza primaria è sconfiggere il terrorismo, e che se per riuscirvi gli fosse richiesto di dimettersi, lui sarebbe pronto a farlo.

La Russia ha intanto continuato i raid aerei sul territorio. Dieci obiettivi riconducibili all ‘IS sono stati abbattuti dai jet russi. Secondo l’osservatorio siriano però le bombe hanno colpito obiettivi civili, uccidendo innocenti e bambini.

Obama esprime il suo disappunto sull’azione di Putin:
“Questi raid rafforzeranno l’IS”

Tragedia in costa azzurra: 16 morti

Alluvione colpisce la Costa azzurra. 16 i morti, 5 dispersi e danni a immobili e alla rete elettrica

Notte di terrore in Francia: un alluvione di proporzioni spaventose si è abbattuto in Costa azzurra, da Nizza fino a Cannes. Il bilancio delle vittime, secondo quanto riportato dalle fonte governative, è di 16 morti e 5 dispersi, numeri che – ribadiscono le autorità – non possono considerarsi definitivi.

L’alluvione si è abbattuto sulla regione nella notte fra sabato e domenica. 35.000 case sono prive di illuminazioni e i trasporti ferroviari sono stati bloccati, intrappolando centinaia di passeggeri fra i vagoni dei treni.

La Farnesina comunica che circa 2500 italiani sono rimasti coinvolti nei ritardi di ritorno da un pellegrinaggio al Lourdes. Il ministero degli esteri ha già inviato gli aiuti affinché i nostri concittadini possano fare un pronto ritorno a casa.

Purtroppo, ha dichiarato un portavoce del governo Hollande, diversi sciacalli in tutto il paese hanno approfittato della situazione d’emergenza per saccheggiare case e automobili.

Sacerdote confessa propria omosessualità


Krzysztof Charamsa, teologo della congregazione per la dottrina della fede:”Sono omosessuale, la chiesa apra gli occhi

Nel corso di un’intervista shock per il Corriere della Sera, monsignor Krzysztof Charamsa, polacco di 43 anni, dichiara la sua omosessualit.
“Voglio che la chiesa lo sappia: sono omosessuale, orgoglioso di ciò che sono. Sono consapevole delle conseguenze, ma voglio che la chiesa apra gli occhi e capisco che l’astinenza a vita è disumana.”

Don Charamsa ha il volto disteso e il sorriso sulle labbra, mentre con assoluta franchezza confessa di essere omosessuale e di avere un partner gay, Eduardo.
Monsignor Charamsa è polemico nei confronti del Sant’Uffizio, da lui definito un organismo “paranoico”, al centro dell’omofobia che permea la Chiesa Cattolica.

“Dio nella Bibbia non si scaglia contro gli omosessuali. La sodomia è qualcosa di molto diverso. Sarebbe ora che la chiesa aprisse gli occhi davanti ai gay credenti, l’amore omosessuale è un amore che ha bisogno della famiglia.”

Le dichiarazioni del sacerdote arrivano alla vigilia del Sinodo sulla famiglia. Una confessione inaspettata, anche perché giunta dalla bocca di una figura di rilievo in Vaticano, che probabilmente costerà molto al coraggioso padre polacco.

David Beckham torna in campo: contro Zidane

Beckham e Zidane si troveranno nuovamente contro in un campo di calcio per un match di beneficenza

La leggenda britannica ha dato l’annuncio in diretta su Radio 1 questa mattina, ammettendo che non avrebbe mai pensato di tornare a giocare a calcio.

Chiacchierando con Nick Grimshaw durante la trasmissione, David ha detto: “sono andato in pensione tre anni fa. Mai avrei pensato di rimettere ai piedi gli scarpini.”

“Ma ho intenzione di giocare una partita all’Old Trafford questo novembre”.

I proventi dell’incontro verranno devoluti in beneficenza a favore dell’Unicef.

“Io sarò il capitano della squadra inglese e Zidane sarà il capitano della squadra del resto del mondo”, ha spiegato David Beckham.

“E ‘sempre emozionante tornare all’Old Trafford, quando sono tornato con il Milan ho avuto i brividi”

Ma il terreno di gioco non è l’unico tuffo nel passato per Beckham.
Egli farà coppia con Sir Alex Ferguson che gestirà il team England durante la partita.

“Ho chiamato Alex per proporgli il progetto. Normalmente non lo avrei mai chiamato.
Quando giocavo nel Manchester United non avrei mai nemmeno pensato di bere un bicchiere di vino o di birra davanti a lui. Rappresenta una figura paterna.”

Trovato cadavere di un giovane: era scomparso da 7 anni

Mistero nel Colorado: cadavere di un ragazzo riappare dopo 7 anni dalla scomparsa

Woodland Park, Colorado. I resti di un ragazzo di diciotto anni, della quale era stata denunciata la scomparsa sette anni fa, sono stati trovati nella canna fumaria di una baracca abbandonata a meno di un miglio da casa sua. I dettagli della sua morte quasi certamente rimarranno avvolti nel mistero, secondo quanto riportato dalla polizia del Colorado mercoledì.

I resti sono stati trovati il ​​mese scorso dopo che alcuni imprenditori avevano buttato giù la baracca di Woodland Park, che era stata abbandonata per più di un decennio. Le autorità hanno dovuto usare le impronte dentali per identificare i resti e scoprire che appartenessero a Joshua Vernon Maddux, che è stato dato per disperso nel maggio 2008, non come un fuggiasco.
Maddux stava probabilmente cercando di scendere giù per il camino quando è rimasto bloccato, ha dichiarato il coroner. La sua morte è stata giudicata accidentale, e non c’erano segni di traumi sul cadavere.

Non è chiaro da quanto tempo i resti fossero del camino.
“Ci sono alcune domande che rimangono senza risposta”, ha detto il coroner.
I familiari dicono che Maddux era un ragazzo solare con ottimi voti a scuola. Non sono sicuro del perché lui si trovasse in quella baracca abbandonata.