Monthly Archives: settembre 2015

Incidente Paul Walker: la figlia fa causa alla Porsche

La Porsche sotto accusa: a citarla in giudizio è la famiglia di Paul Walker, scomparso a bordo di una Carrera

A distanza di due anni dal tragico incidente nel quale hanno perso la vita Paul Walker e l’amico Roger Rodas, la figlia del popolare attore di Fast and Furious fa causa alla Porsche, poiché ritenuta responsabile di alcuni gravi difetti di fabbricazione nella Carrera GT a bordo della quale i due uomini si sono schiantati.

Gli avvocati di Meadow Walker, 16 anni, sostengono che la Porsche Carrera non avesse le misure di sicurezza a norma per proteggere i passeggeri del veicolo. Dichiarano inoltre che fosse assente il sistema per il controllo della stabilità.

Polemiche che erano già state lanciate dalla famiglia di Rodas, che aveva sporto causa alla Porsche lamentando un design della macchina irregolare, così come le sospensioni.

Rodas e Paul Walker sono morti nel 2013. In quel periodo l’attore era impegnato nelle riprese di Fast And Furious 7, saga automobilistica iniziata nel 2001, e si stava concedendo una pausa dal set insieme all’amico.
Lo schianto fatale è avvenuto a Santa Clarita.

Assemblea generale dell’ONU: i temi del discorso

Obama pronto a cooperare con Putin per fermare la guerra in Siria. Renzi riceve le congratulazioni di Ban Ki Moon

Il conflitto in Siria e il riscaldamento globale: sono questi i temi che sono stati Al centro della settantesima assemblea generale dell’ONU svoltasi oggi a New York.
Barack Obama accusa il presidente siriano Al Assad di essere un tiranno, ma si dichiara comunque aperto a trattare con la Russia affinché la situazione in Siria e nel mondo si stabilizzi.

Putin e Obama si incontreranno per un confronto, a distanza di un anno, alle 23:00 ore italiane.

“Qualcuno ci dice che dovremmo sostenere il governo di Damasco perché l’alternativa è molto peggio: la soluzione per la Siria è la transazione ad un nuovo leader.”

Ha affermato Obama, che ha poi affermato che gli USA non staranno ad osservare mentre un altro stato – la Russia – viola la sovranità dell’Ucraina.
Nonostante le divergenze appaiano insanabili, il leader USA ha specificato di non voler ripetere una nuova guerra fredda e di essere pronto a collaborare per un bene comune.

Vladimir Putin nel suo intervento paragona L’isis al nazismo, motivando così l’urgenza di coalizzarsi contro un nemico comune.
Il regime di Assad e le forze curde sono gli unici a contrastare il terrorismo.” Ha concluso Putin.

Durissimo nel suo intervento David Cameron, secondo cui Assad andrebbe processato per crimini penali.

Ban Ki Moon si è inoltre congratulato con il premier italiano Matteo Renzi per il mondo con il quale l’Italia sta affrontando l’emergenza rifugiati, sottolineando la difficoltà della situazione.

Acqua su Marte, la NASA da l’annuncio

Su Marte scorrono piccoli torrenti d’acqua salata: a darne la notizia è la NASA sul suo canale ufficiale

in una diretta sul suo sito ufficiale, già annunciata tre giorni fa, la NASA annuncia che su Marte scorre attualmente acqua salata.
La scoperta è stata fatta al termine di uno studio avviato nel 2010 che ha monitorato per 5 anni le scie scure visibile dalla Terra sul pianeta rosso. All’interno di questi piccoli solchi, che arrivano a misurare 100 metri in lunghezza, sono state rilevate tracce di sali minerali.

La loro presenza, secondo gli esperti della NASA, implicherebbe senza possibilità di errore il passaggio di acqua.
L’acqua, per qualche motivo che non è ancora chiaro agli scienziati, comparirebbe solamente nei mesi estivi.

Altri dubbi concernono la sua origine: rimane un mistero da dove essa venga. L’ipotesi più accreditata, al momento, è che essa provenga dall’interno di alcune rocce di Marte.
La notizia è senz’altro interessantissima nell’ambito della ricerca sulla vita extraterrestre: la presenza di acqua è infatti associabile a quella della vita batterica.

Matteo Viviani delle iene minacciato di morte

“Ci sarà una bomba durante la diretta”. Iena Matteo Viviani denuncia sms intimidatorio da parte di anonimo

Minacce di morte anonime per la iena Matteo Viviani. In nottata l’inviato del programma satirico ha ricevuto un sms che l’avvisava di fare attenzione ad una bomba durante la diretta della puntata delle iene.

La minaccia dunque è arrivata ad Matteo Viviani ma riguarda tutti gli autori e i partecipanti al programma delle iene.
Viviani ha prontamente sporto denuncia contro ignoti alle autorità. Nonostante il messaggio intimidatorio, l’ufficio stampa della trasmissione ha dichiarato che il palinsesto non subirà variazioni e la prima puntata de “le iene show” andrà in onda ugualmente questa sera. Per la diretta sono state prese importanti misure di sicurezza e incrementati i controlli.

Matteo Viviani ha condotto recentemente alcune inchieste che potrebbero averlo fatto finire nelle mire dei malintenzionati, trattando temi delicati come mafia e stupro ai danni di minorenni.

Scandalo Volkswagen, UE sapeva

l’UE era a conoscenza che i test sulle Volkswagen erano stati manipolati. Allarme era stato lanciato nel 2013

Il Financial Time riporta che il Joint Research Centre della Commissione Europea aveva già segnalato, nel 2013, il rischio che i test sulle emissioni Volkswagen potessero risultare alterati e non attendibili, a causa dell’impossibilità di controllo da parte degli organismi comunitari.

Le auto venivano testate in laboratori speciali, quando nel rapporto è specificato che per non inficiare la validità dei test, questi avrebbero dovuti essere condotti in strada. Si legge che i software presenti nelle auto moderne sono talmente all’avanguardia da riuscire ad attivarsi quando percepiscono che l’auto si trova in un rullo dell’officina con lo sterzo bloccato, riducendo così le emissioni dei gas nocivi ed eludendo i controlli. In strada invece, con lo sterzo in funzione, le volkswagen riprendevano ad inquinare per come erano state progettate.

Intanto, Riccardo Nencini, vice ministro dei trasporti, avvisa gli italiani:
“In Italia potrebbero esserci circa un milione di motori diesel truccati dalla volkswagen. L’indagine potrebbe chiudersi fra un mese come fra un anno, sono in atto i controlli.”

Platinette si opera per dimagrire: svelato il motivo

Platinette, nome d’arte di Maurizio Coruzzi, si opera per dimagrire. Parteciperà a Ballando con le stelle

L’intervento di dimagrimento al quale si è sottoposto Maurizio Coruzzi – meglio conosciuto al popolo col nome del suo alter ego, la Drag Queen Platinette – non ha fini salutari o meramente estetici: obiettivo dell’attore, cantante, opinionista, trasformista è quello di essere ammesso al cast di Ballando con le stelle.

A dichiararlo è lo stesso Platinette che dopo essersi cimentato come cantante al festival di Sanremo, in coppia con Grazie Di Michele, desidera ampliare il suo bagaglio artistico inserendo fra le sue specialità la danza.

Platinette dichiara che i casting per ballando con le stelle sono molto selettivi e per questo era indispensabile una perdita di peso. L’intervento di dimagrimento consiste nell’inserimento di un palloncino nello stomaco che riduce l’appetito. Nel giro di sei mesi dovrebbe avvenire la perdita di peso, solo allora Platinette sarà in forma per sostenere il provino.

Mondiali di calcio 2022: ecco le date ufficiali

Si giocheranno dal 21 novembre al 18 dicembre i mondiali di calcio 2022 in Qatar. La Fifa ha annunciato le date ufficiali

I mondiali di calcio 2022 saranno una competizione invernale e non estiva come di consueto. La Fifa ha comunicato oggi che le partite si giocheranno in 28 giorni, fra il 21 novembre e il 18 dicembre, questo per tutelare atleti e pubblico dalle temperature estive del Qatar, il paese ospitante.

Non di rado le temperature estive in Qatar superano i 40 gradi, un livello che pregiudicherebbe il bel gioco dei mondiali di calcio e metterebbe a rischio la salute dei calciatori.
Le date sono state fissate e le squadre di club però non ci stanno: i mondiali di calcio interromperanno per un mese le leghe nazionali, senza contare che i calciatori convocati subiranno un inevitabile calo nelle prestazioni dovendo reggere il ritmo di due competizioni così impegnativi.

Insomma, la polemica era inevitabile e difatti, scongiurato il pericolo caldo, adesso sui mondiali di calcio sta per abbattersi la bufera dei presidenti dei club.

Papa Francesco, tripudio di applausi in America

Una standing ovation ha accompagnato il discorso di Papa Francesco alla Capitol Hill. Ecco i punti del congresso

Papa Francesco è il primo Papa nella storia a parlare davanti al congresso USA. Lo fa nel suo viaggio in America, dopo aver visitato Cuba e pranzato insieme ad alcuni senzatetto di Washington.

Deputati e senatori hanno accolto con un applauso della durata di tre minuti l’intervento del pontefice che ha ricordato al popolo americano come gli USA siano stati fatti da “immigrati” e di sentirsi a sua volta un immigrato.

Al centro del discorso di Francesco la sacralità della famiglia, minacciata su più fronti. Il papa si è poi espresso negativamente sulla pena di morte, spiegando che il diritto di vita o di morte spetta a Dio.
All’esterno della Capitol Hill, 50000 persone hanno seguito il discorso di Bergoglio da un Maxi schermo. Il papa a bordo della sua fiat, proseguirà il suo tour americano a New York. L’ultima tappa sarà a Philadelfia

Incidente alla Mecca, bilancio morti in aumento

Sale a 700 il bilancio dei morti alla Mecca, in occasione del pellegrinaggio Hajj. Oltre 800 i feriti

Aumenta ora dopo ora il numero di morti nell’incidente alla Mecca stamani alle ore 7:00. Inizialmente le testate locali avevano riportato un bilancio di 150 vittime e 400 feriti. Adesso, ore 17:00, le vittime sono 700 e i feriti 800.

L’incidente è avvenuto durante il pellegrinaggio in occasione della festa del sacrificio, una celebrazione che si tiene ogni anno nel mondo Arabo. Due milioni di musulmani hanno partecipato al pellegrinaggio, ma in base alle ultime notizie sarebbero stati commessi dei tragici errori da parte dell’organizzazione che avrebbero causato la ressa e il tragico soffocamento di centinaia di fedeli.

In particolare, sembra che sia stata chiusa una strada, senza un apparente motivo. Venuta a mancare improvvisamente questa via di fuga, la calca è stata compressa proprio sotto le mura di Mina.

Nessun asteroide si abbatterà sulla Terra, lo dice la Nasa

Un grande asteroide sfiorerà la Terra questa settimana, ma la Nasa specifica che non ci sono i rischi di un impatto

Ancora una volta su internet si parla di fine del mondo. E ancora una volta il nemico giunge dalle profondità dello spazio, con le fattezze di un asteroide.
Il gigantesco corpo celeste che avrebbe dovuto mettere fine alla vita sulla Terra fra il 22 e il 28 settembre, tuttavia, non ci travolgerà e passerà a 8 milioni di chilometri di distanza da noi.

Il fenomeno della Luna rossa e il passaggio dell’asteroide hanno sguinzagliato i profeti apocalittici in giro per il web, che avevano già dato per scontata la scomparsa del genere umano.
La Nasa, per bocca di un suo portavoce, ha rassicurato che la Terra, attualmente non è sulla traiettoria di asteroidi così grandi da poterla distruggere.

Insomma, la fine del mondo è rimandata di qualche mese. Il tempo necessario cioè affinché un’altra minaccia “virale”si propaghi per internet.